mercoledì 27 febbraio 2013

Il Parlamento in fiamme

di [Claude]


80 anni fa, il 27 febbraio 1933, un comunista olandese chiamato Marinus Van Der Lube, veniva accusato di aver appiccato un incendio al Parlamento tedesco: il Reichstag.


Il 30 gennaio precedente, Adolf Hitler, a seguito del travolgente successo elettorale di pochi mesi prima (i nazisti si affermarono come primo partito con il 37% dei voti), convocato dal presidente della Repubblica ottenne il governo.
I conservatori credettero di aver ingabbiato Hitler. Si sbagliavano di grosso.

Clugston - Atto I

 Cala la mano della giustizia sulla spalla del giovane Morrison.
Un tuffo al cuore. Lo sento attraversare la sua spalla e percuotere con uno spasmo il mio braccio.
Salto indietro nel tempo: prima del quartiere. Prima della guerra.
Anche allora, al Campo, ero un osservatore. Sempre all'erta sulla steppa o buttato in un fosso; con un occhio socchiuso e il gelo che trapassava la carne costretta all'immobilità. Occhio all'erta all'alba. Occhio rosso e orecchio pesto al tramonto.
Il braccio indolenzito per il troppo mirare. Come l'occhio.

martedì 26 febbraio 2013

Le pony elezioni del febbraio 2013

di [Malgiocondo]




Ebbene, potrei parlare di queste elezioni. Potrei copia-incollare notizie dai maggiori social, dai siti ufficiali delle testate giornalistiche oppure citare "cinguettii" dei politici o, ancora, prendere spunto dalle pagine ufficiali dei partiti e delle "persone politiche".
Potrei parlare della nota "instabilità" di governo fulcro delle dissertazioni già dalle 22:30 di ieri sera. Potrei dire che, in fondo, spetta a Bersani decidere e che forse non si riandrà alle elezioni. Potrei dire che si riandrà alle elezioni. Potrei parlare della sua "smacchiatura"; della sua apertura a Grillo.
Potrei parlare di tutti i voti che B. ha preso... e di quella vittoria di Grillo che riempie e divora le prime pagine di quegli stessi giornali di cui diffida lo stesso movimento.
Potrei parlare dei Master di Giannino o di quanta cacca ha fatto Empatia.

Oppure...

...POTREI PARLARE DELL'ULTIMA PUNTATA DEI "MY LITTLE PONY".

lunedì 25 febbraio 2013

Ma cosa ti mangi?!




Ernesto: nuovo sponsor Nestlé?
Va bene che la società occidentale consumi una quantità spropositata di carne ma arrivare a farcire lasagne e hamburger con carne di cavallo... sembra un'esagerazione.

...sembra ...sembra ... sembra!

Io, personalmente, sono vegetariano... quindi, posso dire che, quest'ultimo scandalo alimentare non tange la mia piramide alimentare personale. Non fosse che il problema sia di carattere più etico-morale che non squisitamente alimentare. Come sempre uno "scandalo" di questo tipo apre le porte ad una serie di indagini che portano alla luce una concatenazione di sviluppi inquietanti quanto nauseanti.

"Ed è subito sera" di Salvatore Quasimodo


domenica 24 febbraio 2013

Voto per la Democrazia

di [Claude]


In data odierna, nelle varie città di provenienza, tutti i membri della redazione di "Ululati Solitari" si sono recati a votare.
Strade semideserte, qualche macchina in movimento, qualche anziano in giro. Il bollettino meteo delle 8:00 stigmatizzava la neve del Nord e la pioggia del Centro.

Qui il tempo è grigio e pieno di un-qualcosa-di-frizzante che impregna l'aria. Puzza di Democrazia... e ci piace da morire.
Ci rechiamo nelle scuole medie ed elementari adibite e attrezzate, dai vari comuni, per accogliere scrutatori e forze dell'ordine. 

giovedì 21 febbraio 2013

Lo sfregio

La Liberté guidant le peuple

"La libertà che guida il popolo" celebre quadro di Eugène Delacroix, simbolo del romanticismo europeo. L'11 febbraio scorso la tela di Delacroix è stata vittima di un riprovevole atto di vandalismo, da parte di una studentessa di ventotto anni che ne ha danneggiato l'estremità inferiore con un evidenziatore.
Subito si è iniziato il restauro, convocando gli specialisti del caso.

Viviamo davvero in tempo bui se neppure l'arte può stare al sicuro nel museo da sempre simbolo di cultura e luogo di raccoglimento spirituale.

mercoledì 20 febbraio 2013

Dalla periferia


I lampioni saettano lungo la fiancata dell'autobus: stelle cadenti nel crepuscolo settembrino di un qualsiasi paesaggio urbano. Sono oramai quattro, le corse che quel ragazzo si sorbisce dall'ultimo posto del mezzo. Nulla sembra ridestarlo da quel torpore assorto che gli fa contemplare le facciate colorate delle villette e l'asfalto nero che sfuma nel sole morente. In silenzio lascia che i singhiozzi del mezzo gli cullino il capo, dunque i pensieri.

lunedì 18 febbraio 2013

Sanremo è bello...


Dalla Germania, più precisamente dall'IDA (Istituto di Demoscopia di Allensbach), noto centro di elaborazione e campionatura delle media-perversioni italiche sono giunte le analisi statistiche riguardanti gli indici di gradimento del noto varietà musicale italiano più seguito ed amato, dal popolo latino della penisola: Sanremo.

[La vita... è ricordarsi di un risveglio] di Sandro Penna


giovedì 14 febbraio 2013

La crisi non risparmia l'informazione

Clima da elezioni politiche, dimissioni del papa, festival di Sanremo e altre svariate notizie di cronaca che appestano prime pagine e aperture di TG; non sorprende dunque, che la notizia degli 800 esuberi di Mediagroup, sia passata alle glorie della trentanovesima pagina, nello spazio dedicato all'economia del "Corriere della Sera".

particolare della prima pagina del "Corriere della Sera" di Martedì 12 febbraio

martedì 12 febbraio 2013

Habemus Papam?

La risposta nasce logica e spontanea: "Nein!"

Questo non vuole essere uno di quei post nati con l'intento di cavalcare l'onda del mainstream con una bella notizia fresca fresca di cronaca. Il mio intento, come sempre, è quello di stimolare raccoglimento e una riflessione.

Joseph Aloisius Ratzinger è stato nominato il 19 aprile 2005 vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica. L'11 febbraio 2013 ha comunicato durante il concistorio la sua rinuncia al soglio pontificio. La rinuncia sarà effettiva solamente il 28 di questo mese.
Lo stesso Benedetto XVI, durante il concistorio (rigorosamente in latino), ha richiamato l'attenzione sul vigore necessario per poter governare "la barca di San Pietro", un vigore che, come ha ammesso egli stesso, era venuto a mancare. Il papa dunque, "ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà" ha dichiarato di "rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, successore di San Pietro".
Fulmine a ciel sereno esploso in una deflagrazione

giovedì 7 febbraio 2013

Liberté, Egalité... "Balleré"

Perchè in Italia la "Rivoluzione" la si fa con... Ballarò.


General 728 x 90

RED 728 x 90